Programma una demo
Login to console
  • Gestione delle Preferenze

  • Soluzione

Come installare un Preference Center? Il secondo step è la configurazione

novembre 24, 2021 by Chiara Saullo

Cosa significa installare un Preference Center, dove i tuoi clienti possono scegliere i loro permessi di comunicazione (formati, frequenze, scopi...)? In questa serie di 4 blog post, ti spieghiamo tutto. Dopo la prima fase, la seconda fase prevede il lavoro di preparazione che precede il lancio del tuo Preference Center. 

 

Sommario: 

 

 


 

Cos’è un Preference Center?

 

Ti ricordiamo che un Preference Center permette ai tuoi clienti e prospect di cambiare le loro preferenze di comunicazione in qualsiasi momento, in termini di frequenza, canali o scopi di comunicazione.

 

La fase di configurazione è ovviamente essenziale, poiché sarà durante questa fase che connetterai i tuoi strumenti di comunicazione di marketing al Preference Center, definirai le regole d'uso e l'esperienza utente e applicherai il tuo marchio. Tutto ciò è essenziale per disporre di un'interfaccia del Preference Center funzionale e facile da usare per i tuoi clienti.

 

Secondo l'analisi di Gartner, entro la fine del prossimo anno, il 30% delle aziende B2C avrà un sistema di questo tipo per facilitare la gestione delle preferenze e dei consensi dei clienti. Ma come deve essere pensato e implementato un progetto del genere?

 

Scopri il Preference Center

 

Step 1: Definisci gli obiettivi e gli scopi del tuo progetto di Preference Center 

 

Per scoprire come definire gli obiettivi e lo scopo del tuo progetto di Preference Center, consulta il nostro articolo su questo argomento pubblicato la settimana scorsa qui.

 

Pref Center article series featured image (1)

 

Step 2: Configura il tuo Preference Center e preparalo per lanciarlo

 

La prima cosa da fare è capire e definire 3 concetti chiave per l'implementazione del tuo Preference Center e per la tua strategia omnicanale in generale: scopi di comunicazione, preferenze di comunicazione e canali di comunicazione.

 

Scopi: Gli scopi per cui stai raccogliendo questi dati o per cui il cliente ti sta dando accesso ad essi (per esempio una newsletter di marketing per informare o vendere, una newsletter del servizio clienti per informare i tuoi clienti, un SMS per l'autenticazione al login...)

 

Preferenze: Le preferenze permettono una scelta più granulare all'interno degli scopi per adattarsi ai tuoi diversi casi d'uso del marketing. Ci possono essere diverse preferenze per scopo.

 

Canali: I canali sono le forme di comunicazione preferite dai tuoi utenti e supportate dalla tua azienda (email, SMS, telefono...). Non c'è un'entità sussidiaria a un canale nel tuo Preference Center.

 

Una volta definiti questi concetti essenziali per il tuo Preference Center, puoi passare alla fase successiva: la configurazione dei componenti e dei moduli. Cosa intendiamo esattamente con questo? 

 

I componenti sono elementi HTML liberamente configurabili che verranno visualizzati per raccogliere o aggiornare i consensi dei tuoi clienti. Di solito includono un testo e una casella da spuntare che indica lo stato del consenso dell'utente.

 

I componenti sono indipendenti l'uno dall'altro, possono essere raggruppati in buckets e riorganizzati per creare moduli che possono essere collocati ovunque sui tuoi siti web, applicazioni o altri punti di contatto con i clienti. Gli utenti finali fanno le loro scelte di consenso direttamente (o meno) da questi moduli.

 

Grazie a questi componenti e moduli, ora disponi di un Preference Center strutturato. Da Didomi abbiamo 3 moduli, all'interno dei quali ci sono da 1 a 4 componenti:

 

 

Ora che la struttura è stata chiarita, è necessario collegare gli strumenti utilizzati dai tuoi team aziendali. Noi di Didomi abbiamo collegato il nostro Preference Center a Hubspot (PRM), che a sua volta è collegato a Salesforce (CRM).

 

Per i nostri clienti, abbiamo già fatto altre integrazioni, come Adobe Campaign (che è quello che Pierre & Vacances Center Parcs Group utilizza), Selligent Marketing Cloud e Salesforce Marketing Cloud. Per saperne di più sulle nostre integrazioni, scarica il nostro caso di studio Pierre & Vacances Center Parcs Group utilizzando il link qui sotto. 

 

Scarica il caso di studio

 

Una volta che la struttura del tuo Preference Center è stata definita e gli strumenti sono stati collegati ad esso, è il momento di pensare al branding e all'esperienza dell'utente. Se hai investito in un Preference Center è perché vuoi che sia una colonna portante della tua relazione con il cliente, e questo merita un'attenzione speciale.

 

Quindi, tra le cose a cui prestare particolare attenzione ci sono: 

 

  • Il design della pagina del tuo Preference Center affinché i tuoi clienti riconoscano il tuo marchio e gli diano fiducia;

  • Le email collegate al tuo Preference Center (autenticazione, double opt-in...) per curare l'esperienza del cliente in tutti i suoi aspetti;

  • I testi e il copywriting del tuo Preference Center in generale, affinché questa interfaccia non sia percepita come una semplice pagina di disiscrizione o di cancellazione.

 

Da Didomi, abbiamo avuto alcune iterazioni per quanto riguarda le email di autenticazione. Abbiamo voluto prestare particolare attenzione a questo aspetto perché è fondamentale per la comprensione dello strumento, per la sua adozione e, diciamolo, per il nostro desiderio di generare demo da parte di coloro che lo usano e sarebbero interessati ad investirci sopra.

 

Ecco una prima versione di questa email transazionale che abbiamo considerato troppo fuori linea con la nostra identità visiva e non abbastanza chiara sullo strumento che il destinatario è invitato ad usare: 

 

Didomi Preference Center email

 

Ecco una seconda versione di questa email, rielaborata nel contenuto e nella forma, che abbiamo usato per il lancio della V1 del nostro Preference Center di Didomi:

 

Didomi Preference Center email

 

Vorresti vedere altri esempi? Dai un'occhiata a quello del gruppo Pierre & Vacances Center Parcs, che permette ai suoi clienti di gestire le loro preferenze per 5 marchi del gruppo su diversi canali digitali e non.

 

Scarica il caso di studio

 

Step 3: Distribuisci il tuo Preference Center su tutti i tuoi canali 

 

Ne parleremo in un altro articolo la settimana prossima: rimani sintonizzato!

 

Programma una demo

 

Articolo correlato